Castello di Poreta, Spoleto

Castello di Poreta, Spoleto

Sorto come bene pubblico in difesa della popolazione locale, il Castello la  fa da padrone su uno gli scorci più suggestivi della Valle Spoletina.

 

Accessibilità Soddisfacente  Accessibilita’ soddisfacente

 

indirizzoloc. Poreta, Spoleto, 06049

tel_modificato-10743.275810

 

 

    • 300-foto-poreta04
    • ingresso-al-castello
    • 3793

     

    Il castello si trova poco sopra all’attuale paese di Poreta ed è ben segnalato. Non ci sono servizi nella zona.

    Appena fuori dalla struttura c’è un ampio parcheggio con pavimentazione in ciottoli ma recentemente sistemato.

    Il portone d’ingresso è in legno sempre con pavimentazione, recentemente ristrutturata,  a ciottoli. In generale le superfici da percorrere sono ben percorribili; in alcuni punti però ci sono delle  pendenze e delle zone disconnesse che potrebbero essere difficoltose con carrozzina a spinta. Gli spazi per le manovre sono larghi. La struttura oggi ospita un albergo ed un ristorante, in particolare per cerimonie, del tutto accessibili.

    E’ possibile accedere alla Chiesa di Santa Maria dagli spazi della struttura alberghiera. L’interno è in piano, con spazi larghi e facilmente percorribili.

  • Posto sulla cima di un pendio  di 470 metri di  altitudine, il castello di epoca medievale, si presenta oggi come un recinto di forma poligonale quasi interamente conservato.  Fornito di due entrate, una nel sottostante borgo abitato, l’altra in prossimità della chiesa di S. Maria della Misericordia. Il castello conserva un uliveto secolare disposto a terrazze  dove si scorgono le rovine  di antiche costruzioni.  Dove ora sorge il castello, anticamente vi era una villa divenuta solo verso la fine del 1200 borgo fortificato. Verso la metà del 1400, a  causa delle frequenti scorribande di compagnie di ventura, intorno all’antico borgo venne eretta cinta muraria. Nacque così un vero e proprio agglomerato urbano formato da una decina di abitazioni addossate l’una all’altra. Il borgo divenne punto focale di un più vasto insediamento abitativo tra il pendio e la piana i Spoleto. Dopo il terremoto del 1703 il castello venne progressivamente abbandonato, e la popolazione costruì le abitazioni fuori dalle mura. In seguito al terremoto del 1781, il vescovo Loccatelli diede avvio ai lavori della chiesa di Santa Maria Della Misericordia, inizialmente chiesa di San Cristoforo, costruita nella seconda metà del 1400. La chiesa fu ricostruita in pieno stile settecentesco grazie alle numerose donazioni. All’ interno vi era custodito un’immagine miracolosa della  Madonna, rimasta illesa dai danni del terremoto. Nel 1867, a seguito delle leggi di conversione  promulgate dal regno D’Italia, i possedimenti entro le mura del castello vennero acquistate  dalla famiglia Pranzetti. Il castello è stato ristrutturato nel 1998 per ospitare un’attività turistica nonostante sia rimasta intatta la struttura originaria.

Informazioni utili

 

indirizzo Fraz. Poreta, Spoleto, 06049
orarisu richiesta
biglietteriaingresso libero
tel_modificato-10743-275810

 

 

 

poreta, spoleto