Chiesa di San Michele Arcangelo, Bevagna

Chiesa di San Michele Arcangelo, Bevagna

La chiesa di fine XII° inizi XIII°secolo negli anni ’50 del ’900 venne liberata dagli interventi settecenteschi ripristinando il grande occhio circolare. Il magnifico portale ha negli stipiti parti di una cornice romana. Sulla destra della chiesa si innalza il campanile cuspidato, di costruzione posteriore.

 

Accessibilità Soddisfacente ACCESSIBILITA’ SODDISFACENTE

 

indirizzoPiazza Filippo Silvestri 7, Bevagna, 06031, Pg
orariOrari 8:00-19:00. (Variazioni in base ai periodi stagionali)
biglietteriaingresso libero
tel_modificato-10742.360147

    • 1.ingresso bevagna porta todi
    • 2.largo gramsci.zona parcheggio
    • 3.porta d’ingresso chiesa dall’interno
    • 4.interno
    • 5.porta d’ingresso dall’esterno
    • 6.ingresso cripta
    • 7.ingresso cappella laterale 1
    • 8.ingresso cappella laterale 2

     

    Ambiente esterno: la chiesa si trova nel centro storico della città, nella piazza centrale,Piazza Silvestri, dove si trovano la maggior parte dei servizi quali bar, ristoranti, bancomat, negozi ecc….La piazza è composta di ciottoli ed a tratti è disconnessa.

    Parcheggio: riversato ai disabili si trova entrando da Porta Todi in Largo Gramsci. La pavimentazione è a ciottoli, liscia e si trova solo a qualche metro di distanza da Piazza San Silvestro.

    Percorso: dal parcheggio si accede a Piazza San Silvestro tramite una piccola via leggermente in salita ma ben percorribile e superficie liscia e larga, ben percorribile sia con carrozzina a spinta che meccanizzata.

    Ingresso: l’ingresso della chiesa presenta un portale di un metro di larghezza. vi è uno scalino di 4 cm  ed subito dopo una rampa di legno, fissa e senza corrimano, alta 18 cm.

    Interno: la pavimentazione è in marmo liscio, con spazi larghi dalle buone possibilità di manovra.  Solamente le tre cappella laterali sul lato destro non sono accessibili per via di scalini alti tra i 15 e i 20 cm.

  • E’ un’opera degli ultimi anni del XII°secolo o dei primi del XIII°, voluta  dai maestri Binelli e Rodolfo, i cui nomi sono ricordati da un’iscrizione a sinistra del portale. Ha una grandiosa facciata romanica con coronamento orizzontale, così configurata con i lavori eseguiti tra il 1951 e il 1957 che eliminarono i rifacimenti settecenteschi e fu ripristinato il grande occhio circolare dove un tempo vi era una rosone. Il magnifico portale mediano ha per stipiti parti di una bella cornice romana e ad arco a tutto sesto suddiviso in tre fasce decorate. All’imposta dell’arco a sinistra, busto alato di “San Michele con lancia che trafigge il drago” e nella parte opposta “Angelo volante”. Sopra i portali minori, una trifora, poi una cornice di archetti pensili.Sulla destra della facciata il campanile cuspidato, di costruzione posteriore.

    L’interno è a tre navate con presbiterio rialzato sopra la cripta e abside semicircolare. La copertura in legno fu realizzata nel 1951.54. I capitelli delle colonne delle navate furono modificati per la rivestitura settecentesca di stucco. Nella navata destra vi è Statua lignea di S. Vincenzo del XV°secolo. nell’ultima Cappella a destra affreschi deperiti di Andrea Camassei. nel profondo presbiterio ci sono due colonne di spoglio. In un vano adiacente statua in argento di San Vincenzo (vescovo martire e patrono della città) opera di Pietro Ramoser. Ai lati della scalinata che sale al presbiterio ci sono gli accessi alla cripta, coeva alla chiesa, divisa in quattro navate da alte colonne e absidata. Nella navata sinistra Croficisso del ‘400 con ai lati le sagome dipinte della “Madonna e dei SS. Giovanni e Maddalena”.

   

piazza filippo silvestri, bevagna