Chiesa San Filippo Neri ( ! IN ATTESA DI NUOVI SOPRALLUOGHI ! )

Chiesa San Filippo Neri ( ! IN ATTESA DI NUOVI SOPRALLUOGHI ! )

 

La chiesa di San Filippo Neri si trova a Spoleto, in pieno centro storico, in prossimità di corso Mazzini.

È stata edificata fra il 1640 e il 1671 su disegno dell’architetto spoletino, Loreto Scelli, di cui rimane l’unica opera superstite.

La grandiosa facciata in travertino presenta un timpano con modanature; un doppio ordine dilesene scandiscono i portali e sottolineano la divisione interna a tre navate di quattro campate ciascuna.

Una iscrizione sopra la porta internamente ricorda la data della consacrazione celebrata nel 1724 dal vescovo Carlo Giacinto Lascaris.

Il transetto è sovrastato da un’imponente cupola. Le otto cappelle sono impreziosite da stucchi,marmi e dipinti eseguiti in epoche diverse.

In fondo alla navata sinistra è l’ex oratorio dei Filippini decorato alla fine del settecento nel gusto di Giuseppe Valadier.

 

 

monumenti_rosso-150x150  ACCESSIBILITA’ PARZIALE

 

indirizzoCorso Mazzini
orariChiusa temporaneamente causa sisma
biglietteriaingresso libero
 

 

    • sdr
    • sdr
    • dav
    • sdr
    • mde

    • sdr
    • sdr
    • dav
    • sdr
    • mde

     

    AMBIENTE ESTERNO: La chiesa si trova alla fine di Corso Mazzini. Nelle vicinanze si trovano bancomat, bar, ristoranti negozi e la maggior parte dei punti d’interesse della città.

    PARCHEGGIO: ci sono due opzioni: 1) parcheggiare alla Posterna e salire con il percorso meccanizzato fino a Piazza Pianciani. 2) parcheggiare in Piazza Pianciani o di fronte alla chiesa dove sono presenti di parcheggi riservati ai disabili. Nelle fasce orarie in cui il traffico è chiuso è necessario munirsi di permesso emesso dai vigili (Piazza Garibaldi,42 0743/49603).

    PERCORSO: dal parcheggio e dall’uscita del percorso meccanizzato si arriva alla chiesa percorrendo pochissimi metri di strada asfaltata, leggermente in pendenza con piccoli dislivelli.

    INGRESSO: L’accesso principale è caratterizzato dalla presenza di una scalinata per cui per entrare è necessario passare da un ingresso laterale su Corso Mazzini. Si tratta di un ingresso ampio e accessibile grazie ad una pedana gommata.

    AMBIENTE INTERNO:: al momento l’interno della chiesa non è agibile; dopo gli eventi sismici di ottobre 2016 la chiesa è stata chiusa al pubblico. Passando per l’ingresso laterale è possibile accedere alla cappella che viene oggi utilizzati per le messe e le funzioni sacre.

     

  •  

    La costruzione della chiesa, edificata su progetto dell’architetto spoletino Loreto Scelli, fu iniziata nel 1640, ma la sua consacrazione venne effettuata solo nel 1724. La facciata presenta caratteristiche stilistiche tipiche delle chiese romane del primo ‘600 e l’interno è a tre navate con cappelle che ospitano altari seicenteschi e settecenteschi; il transetto è coperto da cupola. Gli altari sono impreziositi da buone tele settecentesche realizzate da Gaetano Lapis, Sebastiano Conca e Pietro Labruzzi e da altri dipinti su tela del pittore spoletino seicentesco Francesco Refini.

    Fonti bibliografiche per approfondimenti
    L’Umbria, Manuali per il territorio, Spoleto, Roma 1978

 

 

 

corso mazzini, spoleto