Festival di Spoleto

Festival di Spoleto

 

E’ una manifestazione internazionale di musica, arte, cultura e spettacolo che si svolge annualmente nella città. Fondatore del festival Gian Carlo Menotti che istituì la manifestazione nel 1958, per creare un terreno d’incontro tra i due mondi culturali, quello europeo e quello americano. Il festival da sempre ha cercato di proporre novità e spettacoli d’avanguardia ma anche di rispettare la tradizione classica. Per questo è un evento quasi unico nel suo genere e frequentata da personaggi noti a livello internazionale.

Il Festival ha raggiunto il massimo della fama mondiale del primo trentenni di attività ed ha ispirato molte mannifestazioni analoghe nate successivamente. Intenzione delle suo fondatore Menotti sin dall’ inizio era stata quella di creare  con il festival un terreno di incontro  fra due culture e   due mondi artistici quello ammericano e quello europe (da qui il nome del festival definito appunto “dei due mondi” e  che celebrassero le arti n tutte le loro  forme.

Dopo aver visitato molti centri storici del centro italia Menotti optò per Spoletto  per la presenza dei due teatri e per lo scenario unico di Piaza Duomo. Questa   rassegna di arte, cultura  e spettacoli sia stata durante  la gestione Menotti prevalentemente internazionale  e solo in  minima parte italiana.

Gli artisti e personaggi  che vi hanno preso parte appartengono  al mondo della prosa, della lirica, della  danza, dell’ arte marionettistica, dell’ arte oratoria, della musica,  del cinema  e della pittura. Negli anni ’80  e’ stata istituita anche  la rassegna medico-scientifica  SpoletoScienza, ai quali congressi prendono parte  scienziati e ricercatori.

Agli inizi del decennio 2000 vanno  maturando degli  attriti interni alla gestione finaziara ed aminastrativa. Il 29 giugno 2007 prese  il via la cinquantesima edizione  del Festival,  la prima  senza la  presenza  del Fondatore Menotti, scomparso pochi mesi prima.Nell autunno 2007  prese il via  la cinquantima edizione  delle Festival,  la prima  senza la presenza del suo Fondatore  Giancarlo Menotti scomparso pochi mesi prima:  per l’occasione venne riportata in scena una  sua  opera. Nell’ autunno 2007 il ministro dei beni culturali in carica Francesco Rutelli, chiamato in  causa a trovare soluzione agli annossi atriti interni della gestione della machina del festival, aesegna  a Giorgio  Ferrara l’incarico di rilanciare l’evento  e  lo nomina di direttore artistico.

Caratteristica della manifestazione è l’originalità, l’inusualità, e l’esclusività degli spettacoli proposti. Il Festival di Spoleto, infatti, da sempre ha cercato di proporre novità e spettacoliall’avanguardiama anche di rispettare la tradizione classica. Inoltre, i numerosi scorci architettonici che la città presenta contribuiscono a creare dualismo tra arte antica e contemea unica nel suo genere.

Molteplici sono stati i personaggi lanciati dal festival o che si sono fatti comoscere marggiormente in Italia e in Europa grazie  ad  esso.  Numerossime sono state dalla prima edizone delle  1958 ad oggi le celebrità atistiche di fama mondiale che hanno lavorato a Spoleto  durante  il  festival.

L’evento si svolge abitualmente dall’ultimo venerdi di Giugno fino alla  terza domenica successiva  che cade a  metà del mese di luglio e si conclude con il tradizionale concerto in Piazza Duomo  nelle  quale anno dopo anno si esibiscono le orchestre filarmoniche piu pregistiose del mondo.La durata  complessiva è di norma17 giorni.

Per chiudere citiamo alcuni dei grandi nomi che hanno onorato il Festi con i loro interventi: Luchino Visconti, Eduarde Filippo, Carla Fracci, Thomas Schipper, Roman Polasky, Erza Pound, Luciano Pavarotti…..

 

www.festivaldispoleto.com (sul sito è possibile trovare il programma completo)

 

 

 

piazza della libertà 10, spoleto