La fiorita di Castelluccio di Norcia

La fiorita di Castelluccio di Norcia

Tra fine maggio e i primi  giorni  di luglio l’Altopiano di Casteluccio è testimone di un evento di partcolare importanza, la “Fiorita” . Per diverse settimane la monotonia cromatica del pascolo viene spezzata da un mosaico di colori con variazioni di toni  che vanno  dal  giallo-ocra  a  rosso-arancio. Anche se la festa della Fiorita ricade nella terza e nell’ultima domenica di  giugno, non esiste un preciso giorno per  ammirare  questo incantevole  spetacolo: ogni anno tutto è  affidato all’andamento  climatico della stagione. Le specie floreali che tingono  il Pian Grande e il Pian Perduto in questo periodo sono  innumerevoli e camminando lungo i sentieri possiano incontrare narcisi,  violette, papaveri,  ranuncoli e tant’altro.

Salendo da Norcia,  lungo  la  strada provinciale per Castelluccio si attraversa  il versante  ovest della  dorsale che da Monte Patino raggiunge Forche  Canapine, lo storico valico tra la Valnerina e la Valle del  Tronto, tra Umbria  e Marche, tra il Tirrenno e l’Adriatico. Una volta superato il Rifugio Perugia si  ha una vista che lascia spalorditi: i 2448 metri della cima del Vettore precipitano con un arido versante sopra i 1300  dello sterminato Pian Grande, formato da più di mille ettari  di campi, prati falciabili e praterie.

La celeberrima  Fiorita di  Castelluccio a giugno è caratterizzata  da una fioritura  multi colore di straordinaria suggestione: ciò dipende dalla storica utilizzazione  del suolo attuatta dall’uomo, in particolare dalla  coltivazione  della pregiata  lenticchia  di Castelluccio.

http://www.castellucciodinorcia.it/italiano/fioritura.htm

Castelluccio, Norcia (PG)