Chiesa di Santa Maria di Pietrarossa, Trevi

Chiesa di Santa Maria di Pietrarossa, Trevi

La chiesa prende il nome da una pietra color rosso da cui si dice fuoriuscissse acqua curativa. Del XIII secolo, l’edificio fu costruito su una zona dove furono poi rinvennuti reperti archeologici di epoca romana. Attualmente il sito è in fase di restauro.

 

indirizzoloc. Santa Maria di Pietrarossa, Trevi
orarichiusa per restauri
biglietteriaingresso libero
emailprotrevi@protrevi.com
tel_modificato-10742 781130

  • La chiesa è attulmente in fase di restauro

  • Il luogo prende nome da una pietra color rosso attualmente incastonata nel secondo pilastro di destra nella chiesa. Secondo la tradizione le donne, inserendo il dito indice nel foro esistente nel centro della pietra, sarebbero divenute fertili. Sicuramente dalla pietra fuoriusciva acqua con proprietà curative tanto che fino a pochi anni fa l’acqua del pozzo adiacente la chiesa, dedicato a San Giovanni, era ritenuta curativa per le malattie della pelle. La chiesa fu costruita su uno scenario ancora oggi tipicamente rurale, intorno al XII° secolo con materiali di recupero. Il portico con arcate ribassate, che circonda l’edificio sui tre lati, è un’aggiunta più tarda. La pianta dell’edificio è basilicale,  a tre navate, scandite da pilastri tozzi che nascondono colonne in pietra. La copertura, in origine a volta, fu ridotta a capriate dopo il  terremoto del 1832. Sia l’ interno che l’esterno sono ricoperti di affreschi votivi dovuti a Bartolomeo da Miranda (1449),Valetio Dè Muti da Foligno (1477) e da numerosi pittori Folignati coevi. All’interno ci sono tracce di decorazione ad affresco dell’edificio più antico. Addossato al primo pilastro destro, un tabernacolo marmorio attribuito a Rocca da Vicenza, con scomparto centrale scolpito a bassorilievo e dipinto su stucco (seconda metà del XV°sec.). Sullo steso pilastro la pietra rossa che dà il nome alla chiesa.

 

 

località santa maria pietrarossa, trevi